Note sulla release

RingCentral Engage Digital | Febbraio 2022

Resta al corrente delle funzionalità, dei miglioramenti e delle correzioni di bug più recenti per RingCentral Engage Digital.
VERSIONE 22.1.4
Data di rilascio: 24 febbraio 2022
Cosa c'è di nuovo
Queste sono le note sulla release 22.1.4 di febbraio. È possibile che vengano forniti aggiornamenti su funzionalità e miglioramenti per i prodotti Engage Digital man mano che ci si avvicina alla data di lancio. 
 
RingCentral potrebbe aggiornare queste note sulla release per documentare ulteriori problemi risolti e noti.
 
Queste sono le note sulla release 22.1.4 di febbraio. 
 
Le seguenti funzionalità vengono rilasciate come parte della versione 22.1.4 di febbraio 
  • Agent Assist: creazione automatica del modello di Google Agent Assist
  • API: campo "no_password" esposto nell'API dell'utente e nelle esportazioni
  • Engage Digital DialogFlow: impedisce il fallback del messaggio all'operatore quando un messaggio dell'utente finale contiene più di 256 caratteri
  • Engage Digital: criterio di conservazione globale ed estensione Data Purge limitata a 2 anni
  • Agent Messages: rende anonimo o elimina il contenuto di un messaggio
Avvisi
  • Il 17 marzo 2022 pubblicheremo il nuovo listino SMS, contatta i tuoi Account Manager per i dettagli
  • E-mail: la funzionalità di risposta migliorata (capacità di inoltrare e-mail tra diversi canali e-mail) sarà disponibile a partire dal 23 marzo 2022
  • API Bring Your Own Survey: il programma Beta inizierà a febbraio, contatta il tuo Account Manager per saperne di più se sei interessato a partecipare al programma beta.
Agent Assist: creazione automatica del modello di Google Agent Assist
In passato, il processo per generare il modello Google Agent Assist per le Smart Reply prevedeva più passaggi. Innanzitutto, gli utenti dovevano creare il set di dati, quindi caricarlo su Google Cloud, creare il modello (fornire il contesto) e implementarlo. Per apportare modifiche, era necessario rieseguire in sequenza ciascuno di questi complessi passaggi. 
 
In questa release abbiamo semplificato l'intero processo automatizzando la creazione del modello di risposta intelligente. Il nuovo motore attiva automaticamente ogni passaggio quando l'utente inserisce il set di dati in Engage Digital e fa clic su "Salva" (Figura 1). Ci vorranno circa 24 ore prima che il modello sia pronto per l'uso. Questa procedura migliora notevolmente la fruibilità e l'esperienza del cliente eliminando i passaggi manuali necessari per implementare e apportare modifiche ad Agent Assist.
Agent Assist
API: campo "no_password" esposto nell'API degli utenti e nell'esportazione
Engage Digital dispone di un'API per creare, aggiornare ed eliminare gli utenti. Gli amministratori che utilizzano questa API possono creare un utente senza password che accederà utilizzando la tecnologia Single Sign-On (SSO). Tuttavia, in passato gli amministratori non potevano aggiornare un utente con accesso tramite autenticazione legacy a un accesso SSO utilizzando questa API. Questa conversione richiede il coinvolgimento dei Professional Services e prevede un noioso processo manuale di aggiornamento di ciascun utente.
 
Con questo miglioramento abbiamo aggiunto un parametro al metodo di aggiornamento che prevede una "Put call" all'API al fine di aggiornare l'utente dall'autenticazione legacy a SSO. Inoltre, questo campo è stato aggiunto anche nella corrispondente esportazione "Utenti" (Fig. 1).
 
Questa modifica definisce un campo di esportazione aggiuntivo e offre al cliente la possibilità di effettuare aggiornamenti in blocco in modo comodo ed efficiente.
API
Engage Digital DialogFlow: impedisce il fallback del messaggio all'operatore quando un messaggio dell'utente finale contiene più di 256 caratteri
Con questa versione, abbiamo introdotto una funzione per impedire il fallback all'operatore dei messaggi dell'utente finale che contengono più di 256 caratteri, riducendo la lunghezza del messaggio fino al limite di 256 caratteri per parole intere. In passsato, i messaggi con più di 256 caratteri venivano reindirizzati automaticamente all'operatore.
Questa funzione configurabile fornirà al cliente la possibilità di scegliere l'opzione più funzionale per il suo flusso di lavoro al fine di migliorare i tempi di gestione.
Engage Digital: criterio di conservazione globale ed estensione Data Purge limitata a 2 anni
Di recente abbiamo introdotto il criterio di conservazione globale per 2 anni. Tuttavia, è possibile configurare l'estensione Data Purge che può sovrascrivere il criterio di conservazione globale per alcune entità. Con questo miglioramento, stiamo colmando questa lacuna, limitando l'impostazione dell'estensione Data Purge a un massimo di 2 anni.
Agent Message: rende anonimo o elimina il contenuto di un messaggio 
Abbiamo aggiunto la possibilità per l'operatore di rendere anonimo o eliminare il contenuto di un messaggio facendo clic su un pulsante. Questa funzione può aiutare a evitare che vengano visualizzate sullo schermo o nei registri informazioni di identificazione personale (PII) o altre informazioni sensibili. Questa funzione migliora la privacy.
Agent message

Fig 1. L'operatore può rendere anonimo il contenuto di un messaggio

Agent message

Fig 2. Questo è l'esempio di un messaggio reso anonimo.

VERSIONE 22.1.3
Data di rilascio: 9 febbraio 2022
Cosa c'è di nuovo
Queste sono le note sulla release 22.1.3 di febbraio. È possibile che vengano forniti aggiornamenti su funzionalità e miglioramenti per i prodotti Engage Digital man mano che ci si avvicina alla data di lancio. 
 
RingCentral potrebbe aggiornare queste note sulla release per documentare ulteriori problemi risolti e noti.
 
Queste sono le note sulla release 22.1.3 di febbraio. 
 
Le seguenti funzionalità sono rilasciate con la release 22.1.3 di febbraio 
  • Engage Messaging - Condividi la sede, conserva la posizione del messaggio del titolo su iOS e visualizza il nome dell'operatore e il timestamp nelle risposte  
  • E-mail - Consenti il completamento automatico per le identità controllate da Engage Digital
Engage Messaging - Condividi la sede
Questo miglioramento consente al cliente di condividere la propria sede corrente o di cercare e condividere con l'operatore una posizione specifica da un'applicazione mappa. Se l'applicazione mappa è aperta e le autorizzazioni sono abilitate, il cliente ingrandisce semplicemente la propria sede e fa clic su un pulsante per condividerla. In alternativa, il cliente può cercare una sede tramite la barra di ricerca e fare clic su "invia" per condividerla. Questa funzione è supportata sia su Android che su iOS.
Engage Messaging

Fig 1 - Il cliente può condividere la propria sede con l'operatore

Engage Messaging
Engage Messaging
Fig 2 - L'utente può utilizzare la ricerca di una sede o utilizzare l'applicazione Mappa 
Engage Messaging - Mantieni la posizione del messaggio del titolo su iOS
Questo miglioramento mantiene il messaggio del titolo visibile in una finestra chat. In precedenza, il messaggio del titolo non veniva visualizzato nei nuovi messaggi e il cliente doveva tornare all'inizio della conversazione per visualizzarlo (Fig. 1). Questo miglioramento mantiene il messaggio del titolo visibile in alto e offre al cliente la possibilità di ignorarlo (Fig. 2).
Engage Messaging

Fig 1 - Il messaggio del titolo non è visibile

Engage Messaging

Fig 2 - La posizione del messaggio del titolo è sempre in primo piano e il cliente ha la possibilità di ignorarlo.

Engage Messaging - Visualizza il nome dell'operatore e il timestamp nelle risposte
In passato, quando si utilizzava la funzione di risposta rapida, il nome dell'operatore non veniva visualizzato nelle risposte (vedere la Fig. 1), il che non è coerente con la modalità di visualizzazione dei messaggi standard. Questo miglioramento aggiunge automaticamente il nome dell'operatore e il timestamp alla risposta selezionata (vedere la Fig 2). L'aggiunta del nome dell'operatore e del timestamp offre al cliente un'esperienza utente migliorata.
Engage Messaging

Fig 1. Prima: il nome dell'operatore non veniva visualizzato

Engage Messaging

Fig 2. Dopo: il nome dell'operatore viene visualizzato

E-mail - Consenti il completamento automatico per le identità controllate da Engage Digital
Abbiamo introdotto la possibilità di inoltrare messaggi di posta eletronica tra diversi canali e-mail in Engage Digital 22.1.1 
 
Questo miglioramento aggiunge una funzione efficiente e conveniente che si completa automaticamente con gli indirizzi e-mail controllati da Engage Digital quando si invia il messaggio di posta elettronica a un altro canale e-mail Engage Digital. Questo garantisce la precisione dell'indirizzamento e fa risparmiare tempo agli operatori poiché non devono digitare manualmente l'indirizzo e-mail nei campi A e CC.
Engage Messaging

Archivia

© 1999-2022 RingCentral, Inc. Tutti i diritti riservati.
Close X
Thanks!
We've sent you a link, please check your phone!
Please allow a full minute between phone number submissions.
There was an issue with SMS sending. Please try again. If the issue persists, please contact support.